Visualizzazione risultati 1 fino 2 di 2
  1. #1

    Registrato il
    22-08-2008
    Messaggi
    3

    Predefinito aiutatemi è urgente!

    mi serve 1 aiuto x fare queste frasi:

    1. In iis autem rebus quae nihilo minus, ut ego absim, confici poterunt, peto a te ut rationem habere velis et salutis et dignitatis meae.(Cic)
    2.in senectute utendum (est) exercitationibus modicis, tantum cibi et potionis adhibendum ut reficiantur vires, non opprimantur.(Cic)
    3.Boii ut egressum e finibus suis hostem sensere, sequebantur silenti agmine, locum insidiis quaerentes.(Liv)
    4.Dixi de iis vulneribus, quae maxime per tela inferuntur: sequitur ut de iis dicam, quae morsu fiunt, interdum hominis, interdum simiae, saepe canis, nonnumquam ferorum animalium, aut serpentium.(Cels)
    5.Hoc quoque videtur esse altius quam ut id nos, humi strati, suspicere possimus.(Cic)
    6.Tria sunt enim, ut quidem ego sentio, quae sint efficenda dicendo: ut doceatur is apud quem dicetur, ut delectetur, ut moveatur vehementius.(Cic)
    7.Non enim dubitabam quin epistulas libenter lecturus esses; verebar ut redderentur.(Cic)
    8.A te maximo opere pro nostra summa coniunctione tuaque singulari humanitate, etiam atque etiam quaeso et peto ut perspicias et consulas rationibus meis.(Cic)
    9.Sed videtis ut senectus non modo languida atque iners non sit, verum etiam sit operosa et semper agens aliquid et moliens.(Cic)
    10.Qui rei publicae praefuturi sunt duo Platonis praecepta teneant: unum ut utilitatem civium sic tueantur ut, quaecumque agunt, ad eam referant, obliti commondorum suorum; alterum ut totum corpus rei publicae curent ne, dum partem aliquam tuentur, reliquas deserant.(Cic)

    spero ke qualcuno risponda....grazie in anticipo!!!

  2. #2
    Super Senior
    Registrato il
    20-08-2006
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    1,001

    Predefinito

    1. In quelle cose che tuttavia, essendo io lontano, non si poterono portare a compimento, ti chiedo che tu voglia aver riguardo sia alla mia salvezza sia alla mia dignità
    2. Nella vecchiaia sia deve fare poco uso di esercitazioni (fisiche), ed assumere di cibo e bevanda solo ciò che si deve perché le forze siano rinfrancate e non soffocate.
    3. I Boi (popolo della Gallia), quando si resero conto (SENSERE è forma contratta del perfetto SENSERUNT) che il nemico era uscito dai loro confini, lo seguivano in schiera silenziosa, cercando il luogo per l’agguato.
    4. Ho parlato di quelle ferite che sono causate soprattutto dalle lance: segue ora il discorso su quelle (lett. segue affinché io dica di quelle) che sono provocate da un morso, talvolta dell’uomo, talvolta di una scimmia, talvolta di bestie feroci o di serpenti.
    5. Anche ciò sembra essere più profondo di ciò che noi, fatti di terra, possiamo sospettare.
    6. Tre sono le cose, almeno per ciò che ritengo, che si devono realizzare parlando: che venga ammaestrato colui dinanzi al quale si parla, che venga dilettato, che venga profondamente commosso.
    7. Non dubitavo, infatti, che tu avresti volentieri letto le lettere; temevo che venissero respinte.
    8. Con il massimo impegno per la nostra straordinaria consonanza e per la tua singolare umanità, molto spesso di prego e ti chiedo di riguardare e considerare le miei ragioni.
    9. Ma guardate che la vecchiaia non sia solo debole ed inerte, ma anche operosa e sempre occupata in qualcosa ed affaccendata.
    10. Coloro che stanno per essere preposti alla cosa pubblica tengano presenti i due precetti di Platone: uno di salvaguardare l’utilità dei cittadini così da riferire ad essa tutto ciò che fanno, dimentichi dei loro comodi; il secondo che curino l’intero corpo dello stato affinché non tutelino una parte trascurando le altre.

Bookmarks

Regole di scrittura

  • You may not post new threads
  • You may not post replies
  • You may not post attachments
  • You may not edit your posts
  •  

Search Engine Optimization by vBSEO 3.6.1