Pagina 1/2 1 2 ultimo
Visualizzazione dei risultati da 1 a 8 su 14
  1. #1
    Senior L'avatar di cucciolinacucciolina
    Registrato dal
    Jul 2008
    residenza
    Caserta
    Messaggi
    529

    Predefinito Flesso a tangente verticale, cuspide, punto angoloso

    Salve a tutti
    Mi servirebbe una spiegazione riguardo queste tre definizioni.
    Purtroppo non riesco a postare delle immagini, quindi vi dico: considerate il classico grafico con una cuspide, il classico grafico di un punto angoloso e il primo grafico sul punt di flesso che si trovano cercando su internet (se riuscite a postarli voi ancora meglio così ci capiamo )
    Io non so assolutamente nulla su queste funzioni: diciamo che la prof all'esame mi mostra solo ed esclusivamente il grafico.
    Quello che non capisco è questo: come faccio a capire (solo dal grafico) che:
    - per la cuspide la derivata dx è +inf e quella sx -inf
    - per il flesso la derivata è solo o +inf o -inf
    - per il punto angoloso derivate finite diverse tra loro
    ????????????
    Scusate l'ignoranza
    Ultima modifica di cucciolinacucciolina; 09-08-10 a 12:03

  2. #2
    Super GOD
    Registrato dal
    Jan 2008
    Messaggi
    11,858

    Predefinito Flesso cpn tangente verticale

    Quote Originariamente inviata da cucciolinacucciolina Visualizza il messaggio
    Mi servirebbe una spiegazione riguardo queste tre definizioni.
    . . . . . . . . . . . .

    Io non so assolutamente nulla su queste funzioni
    . . . . . . . . . . . .

    come faccio a capire (solo dal grafico) che:

    - per la cuspide la derivata dx è +inf e quella sx -inf

    - per il flesso la derivata è solo o +inf o -inf

    - per il punto angoloso derivate finite diverse tra loro

    ????????????
    (


    Dato che non vedo la difficoltà, potrà capitare che ciò che ti dico non risulti efficace. Caso mai, insisti.

    Non penserei di riscriverti un capitolo del tuo libro di testo (a proposito, che testo usi? e che studi fai esattamente?)

    Costruiamo un punto di flesso con tangente verticale nel modo seguente.
    Accosta tra loro due circonferenze di uguale raggio, appoggiate ad una retta orizzontale, fino a portarle a contatto nel punto P.
    Considera ora un piccolo arco della parte inferiore della circonferenza di sinistra fino al punto P ed un piccolo arco della parte superiore della circonferenza di destra a partire da P. La retta tangente alle due circonferenze in P è evidentemente verticale. Quindi se da sinistra a destra immagini di percorrere l'insieme dei due archi, vedi subito che la pendenza è positiva e crescente e tende a + Infinito, quando ci si avvicina a P.
    Cosa accade dopo P, mi farebbe piacere che lo scoprissi da sola.
    Non dovresti avere difficoltà a verificare che, puntando a P sia da destra che da sinistra la pendenza limite è sempre + Infinito.
    Se invece dovessi avere problemi, ritorna qui.
    Se l'insieme dei due archi di cui sopra è rimpiazzato da un archetto della parte superiore della circonferenza di sinistra e da un piccolo arco della parte inferiore della circonferenza di destra, il valore limite della pendenza vale .... (non te lo dico, per non toglierti il gusto di arrivarci da sola).
    Fai sapere, per favore se è tutto chiaro. Se non lo è, non mi offendo, ma, per favore, dimmi qual'è la prima cosa che non si capisce. Grazie.


  3. #3
    Senior L'avatar di cucciolinacucciolina
    Registrato dal
    Jul 2008
    residenza
    Caserta
    Messaggi
    529

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da nonnod Visualizza il messaggio
    Cosa accade dopo P, mi farebbe piacere che lo scoprissi da sola.
    Non dovresti avere difficoltà a verificare che, puntando a P sia da destra che da sinistra la pendenza limite è sempre + Infinito.
    Da sinistra ci sono arrivata... Non riesco a capire perchè anche puntando da dx la pendenza limite e sempre + infinito...

  4. #4
    Super GOD
    Registrato dal
    Jan 2008
    Messaggi
    11,858

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da cucciolinacucciolina Visualizza il messaggio
    Da sinistra ci sono arrivata... Non riesco a capire perchè anche puntando da dx la pendenza limite e sempre + infinito...


    Quando superi P, andando da sinistra a destra, la pendenza
    diminuisce. Quindi, se sei oltre P e ti sposti da destra a sinistra,
    la pendenza aumenta (e tende a + Infinito).

    Se ci pensi un attimo ....

    Se questo è chiaro, ti suggerisco di riguardare gli altri casi
    (punto angoloso e cuspide). A volte, rinforzandoci su un punto,
    aumentano le nostre prestazioni su altri punti anche non
    strettamente collegati.

    Mi raccomando, quando ti trovi di fronte ad una difficoltà, devi
    tentarle tutte, prima di alzare la bandiera bianca. Una difficoltà
    superata con le tue sole forze, o con poco aiuto, ti rende
    non solo più forte, ma anche più convinta delle tue possibilità.


  5. #5
    Senior L'avatar di cucciolinacucciolina
    Registrato dal
    Jul 2008
    residenza
    Caserta
    Messaggi
    529

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da nonnod Visualizza il messaggio
    Quando superi P, andando da sinistra a destra, la pendenza
    diminuisce. Quindi, se sei oltre P e ti sposti da destra a sinistra,
    la pendenza aumenta (e tende a + Infinito).

    Se ci pensi un attimo ....

    Se questo è chiaro, ti suggerisco di riguardare gli altri casi
    (punto angoloso e cuspide). A volte, rinforzandoci su un punto,
    aumentano le nostre prestazioni su altri punti anche non
    strettamente collegati.

    Mi raccomando, quando ti trovi di fronte ad una difficoltà, devi
    tentarle tutte, prima di alzare la bandiera bianca. Una difficoltà
    superata con le tue sole forze, o con poco aiuto, ti rende
    non solo più forte, ma anche più convinta delle tue possibilità.

    Risolto Credimi Nonno, ci sto 3 ore su una cosa quando non la capisco... Dopo un po' però ti esaurisci!!!
    Grazie mille, sempre gentilissimo
    P.S. Con l'esame di matematica a settembre concludo il primo anno di scienze biologiche. Se ti sorprendi di questi miei scivoloni, ti dico che ho fatto il liceo classico con un prof che non ha mai saputo spiegare e al quale se gli dicevi "Prof non abbiamo capito" lui rispondeva:"Facciamo finta che abbiate capito", continuando a spiegare altre cose.......

  6. #6
    Super GOD
    Registrato dal
    Jan 2008
    Messaggi
    11,858

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da cucciolinacucciolina Visualizza il messaggio
    Risolto Credimi Nonno, ci sto 3 ore su una cosa quando non la capisco... Dopo un po' però ti esaurisci!!!
    Grazie mille, sempre gentilissimo
    P.S. Con l'esame di matematica a settembre concludo il primo anno di scienze biologiche. Se ti sorprendi di questi miei scivoloni, ti dico che ho fatto il liceo classico con un prof che non ha mai saputo spiegare e al quale se gli dicevi "Prof non abbiamo capito" lui rispondeva:"Facciamo finta che abbiate capito", continuando a spiegare altre cose.......


    Se capisco bene, mi stai dicendo che non hai più dubbi in nessuno dei tre casi. E' così?

    Se ne sentono tante, ma una battutina del tipo "Facciamo finta che abbiate capito", non l'avevo mai sentita...

    Quel "prof" forse avrebbe dovuto fare dell'altro nella vita, il più lontano possibile dall'insegnamento.


  7. #7
    GOD L'avatar di grenet
    Registrato dal
    Jul 2009
    residenza
    Venezia
    Messaggi
    9,844

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da cucciolinacucciolina Visualizza il messaggio
    un prof che non ha mai saputo spiegare e al quale se gli dicevi "Prof non abbiamo capito" lui rispondeva:"Facciamo finta che abbiate capito", continuando a spiegare altre cose.......
    Ma i compiti in classe poi come andavano??
    E' evidente che se i risultati si discostavano palesemente dall'andamento gaussiano c'era qualcosa che non andava...
    Ma per curiosità in classe tua qual era il rappoto con le materie scientifiche, soprattutto fisica e matematica?
    Ultima modifica di grenet; 09-08-10 a 16:14
    Moderatore forum di chimica e farmacia
    "Si dee stimar meno indecente di rinunciar all'errore in grazia della verità, di quello che sostenere con petulanza e con fasto un qualche parere, solo perché a un tempo l'abbiamo stimato vero." Robert Boyle (1677)
    "Si dee stimar di fioca utilità la risoluzione de' problemi unicamente con l'altrui intelletto." Grenet (2009)

  8. #8
    Senior L'avatar di cucciolinacucciolina
    Registrato dal
    Jul 2008
    residenza
    Caserta
    Messaggi
    529

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da grenet Visualizza il messaggio
    Ma i compiti in classe poi come andavano??
    E' evidente che se i risultati si discostavano palesemente dall'andamento gaussiano c'era qualcosa che non andava...
    Ma per curiosità in classe tua qual era il rappoto con le materie scientifiche, soprattutto fisica e matematica?
    Concordo innanzitutto con nonno, doveva andare a zappare la terra.
    I compiti in classe scritti al classico non sono obbligatori, quindi non li facevamo. Al max ci faceva fare degli esercizi in classe e chi finiva prima (la matematica a tempo, bah) glieli faceva correggere e si beccava un voto.
    Più di metà classe non studiava nè fisica nè matematica. E tu mi dirai: come sono andati avanti? Semplice, i 4 a fine anno si trasformano magicamente in 6! Questa è la scuola italiana (oviamente non generalizzo).

Pagina 1/2 1 2 ultimo

Segnalibri

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •