DiscussioneRiforma avvocatura

Visualizzazione dei risultati da 1 a 8 su 8
  1. #1

    Registrato dal
    Jan 2009
    Messaggi
    2

    Predefinito Riforma avvocatura

    Ciao a tutti Mi chiamo Domenico e sono un membro del Movimento Studentesco Giurisprudenza di catania, ci stiamo occupando della riforma dell'avvocatura, una riforma che impedirà a tanti, per il suo contenuto, di diventare avvocato.

    in seguito vi posto un articolo da me realizzato.

    Accesso avvocatura: solo a chi se lo potrà permettere

    Mentre Ethan e Joel Coen firmano la regia del film "Non è un paese per vecchi", in Italia il governo cerca di non essere da meno, realizzando la regia del film "Non è un paese per giovani". Dopo la riforma Gelmini, approda in Senato un'altra riforma, quella dell'avvocatura.
    Questa prevede - come si evince dallo schema – un complesso iter che il laureato in Giurisprudenza deve superare per accedere alla professione di avvocato. I sostenitori della riforma ritengono necessaria la sua introduzione per ridurre l'alto numero di avvocati italiani e per garantire una maggiore preparazione degli stessi.
    Analizziamo le ragioni che giustificherebbero la riforma.
    Sul primo punto: non si comprende il perché sia un fattore negativo l'alto numero di avvocati che abbiamo in Italia; un elevato numero di professionisti costituisce, infatti, un importante baluardo a tutela della legalità ed impedisce la creazione di caste guidate dai grandi studi legali.
    Sul secondo punto: la riforma non trova altro modo, per garantire una migliore preparazione degli aspiranti avvocati, che allungare l'iter post laurea, allontanando di fatto l'ingresso nel mondo del lavoro. Quello che si ottiene in questo modo è soltanto una scrematura degli aspiranti avvocati su basi economiche. Non tutti potranno permettersi il lusso, dopo la laurea, di trascorrere anni sui libri, senza la possibilità di ottenere alcun reddito. Se la preparazione degli avvocati fosse la vera preoccupazione, un'eventuale, quanto auspicabile, riforma dovrebbe avere a oggetto la riforma della didattica del percorso universitario e non la creazione di altri corsi post laurea.
    Attualmente il percorso universitario in Giurisprudenza impone allo studente di apprendere solo nozioni senza alcun contatto con la realtà pratica, e ciò è incompatibile con una professione che fa di quella realtà pratica il suo pane quotidiano. Insomma, invece, di risolvere il problema alla radice si pone rimedio con corsi successivi che non fanno altro che rallentare o impedire, per chi non avrà la disponibilità economica di pagarsi i corsi, l'accesso al mondo del lavoro. Per questo chiediamo che la riforma sia profondamente rivista. Proponiamo che si apra un dialogo per riformare la didattica universitaria, allo scopo di garantire al laureato una migliore preparazione. Vogliamo che il periodo universitario sia collegato al tirocinio, come avviene in alcuni paesi europei. Vogliamo che sia garantito al tirocinante un contratto, con relativi diritti e doveri. Non vogliamo un percorso facilitato, ma vogliamo solo un percorso razionale di studio. Lo chiedono gli studenti e lo chiede il buon senso, non si può sopprimere l'aspirazione e i sogni con irrazionali scelte politiche rivolte a garantire la creazione e la perpetuazione di caste di professionisti.

    Domenico ******tta
    Movimento Studentesco Giurisprudenza


    se avete dubbi o volete avere maggiori informazioni, rispondete al post o mandate una mail msgiurisprudenzacatania@email.it

    ragazzi questa è una riforma distruttiva che sta passando sotto silenzio. vedete voi se è il caso di alzare la voce

  2. #2
    GOD L'avatar di Dany742
    Registrato dal
    May 2006
    Messaggi
    8,090

    Predefinito

    Non è questa ad essere una forma distruttiva, la vera distruzione si è avuto negli scorsi anni quando si è permesso di abilitare 220.000 avvocati, più della popolazione di Bergamo, Pavia e Sondrio messe insieme! una follia che non ha pari al mondo, prima o poi qualcuno la doveva pagare, e quel qualcuno siamo noi. Così come pagheremo per coloro che durante la prima repubblica andavano in pensione a 45 anni e per tutta la pletora di nullafacenti di Stato.
    Ovviamente noi cerchiamo di scaricare tutti i problemi sulla generazione successiva alla nostra, così come hanno fatto i nostri padri, ma ormai siamo nel baratro e dubito riusciremo a farlo.

    Il prossimo step sarà ovviamente il numero chiuso in tutte le facoltà di giurisprudenza.

  3. #3

    Registrato dal
    Sep 2008
    Messaggi
    7

    Predefinito Ma nelle altre città state dormendo??? FORZAAAA!!!

    Gaetano Romano, presidente dell'Unione Giovani Avvocati Italiani, lancia un allarme sulla prossima riforma per l'accesso all'avvocatura secondo quanto previsto dalla bozza di riforma dell'ordinamento della professione di avvocato esaminata dal Consiglio Nazionale Forense

    "Il Governo in carica ha deciso di inserire la riforma della professione forense -e quindi la riforma dell'accesso alla professione forense- all'interno della riforma della Giustizia in generale che dovrebbe essere approvata entro dicembre.
    La stesura della riforma è stata delegata dal Ministro della Giustizia Alfano al Consiglio Nazionale Forense.

    La riforma per entrare nell'avvocatura prevederà un accesso sostanzialmente a numero chiuso con delle scuole professionali anch'esse a numero chiuso. Ecco più nello specifico le anticipazioni circa le norme che potranno rendere difficile diventare avvocati alla maggioranza degli studenti di giurisprudenza:

    - impossibilità all'abilitazione per chi non ha seguito le scuole professionali post laurea (a pagamento) a numero chiuso (adesso basta seguire un libero tirocinio, senza alcuna spesa, presso un qualunque studio legale)
    - per accedere al numero chiuso delle scuole si dovrà sostenere un esame e per avere il certificato conclusivo delle scuole si dovrà sostenere sempre un esame finale (che non è ancora l'esame per diventare avvocato che invece dovrà essere sostenuto successivamente)
    - non potrà iscriversi al registro dei praticanti chi ha superato i 40 anni di età (ora non c'è alcun limite)

    Cambiano anche le modalità dell' esame per diventare avvocato che, per chi avrà avuto accesso alle scuole post laurea, sarà:

    - senza l'ausilio dei codici commentati con la giurisprudenza (adesso invece è possibile)
    - non si potrà sostenere l'esame dopo più di 3 bocciature (adesso non c'è alcun limite)
    - non potrà sostenere l'esame chi ha 50 anni (adesso non c'è alcun limite)
    - eliminazione delle materie ritenute più semplici per gli orali (diritto ecclesiastico etc)"

    Gaetano Romano



    Nei giorni 10/11/12 febbraio, ci saranno in facoltà dei banchetti per raccogliere altre firme contro la riforma dell'accesso alla professione di avvocato.
    Chiunque fosse interessato al proprio futuro è pregato di scollare per mezz'oretta il sederino dalla sedia e scendere in facoltà a firmare...
    se avete la possibilità di far firmare altre persone (visto che può firmare chiunque purchè sopra i 18 anni), contattatemi e in caso vi invio i fogli su cui raccogliere le firme. Ringrazio chiunque parteciperà attivamente alla protesta.
    Enrica (facoltà di giurisprudenza di Catania)

  4. #4
    Super GOD L'avatar di darkboy19
    Registrato dal
    Jul 2007
    residenza
    saletta studenti uni,internet,match-point
    Messaggi
    22,861

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da domenico******tta Visualizza il messaggio
    Ciao a tutti Mi chiamo Domenico e sono un membro del Movimento Studentesco Giurisprudenza di catania, ci stiamo occupando della riforma dell'avvocatura, una riforma che impedirà a tanti, per il suo contenuto, di diventare avvocato.

    in seguito vi posto un articolo da me realizzato.

    Accesso avvocatura: solo a chi se lo potrà permettere

    Mentre Ethan e Joel Coen firmano la regia del film "Non è un paese per vecchi", in Italia il governo cerca di non essere da meno, realizzando la regia del film "Non è un paese per giovani". Dopo la riforma Gelmini, approda in Senato un'altra riforma, quella dell'avvocatura.
    Questa prevede - come si evince dallo schema – un complesso iter che il laureato in Giurisprudenza deve superare per accedere alla professione di avvocato. I sostenitori della riforma ritengono necessaria la sua introduzione per ridurre l'alto numero di avvocati italiani e per garantire una maggiore preparazione degli stessi.
    Analizziamo le ragioni che giustificherebbero la riforma.
    Sul primo punto: non si comprende il perché sia un fattore negativo l'alto numero di avvocati che abbiamo in Italia; un elevato numero di professionisti costituisce, infatti, un importante baluardo a tutela della legalità ed impedisce la creazione di caste guidate dai grandi studi legali.



    bella questa,dinne un'altra...
    NON E' DARK NON E' BOY,SA SOLTANTO QUELLO CHE NON E'

    "Se dovessi scegliere fra il tuo amore e la mia vita, sceglierei il tuo amore perché è la mia vita."
    Jim Morrison


    Bari 15 marzo 2008,io c'ero
    http://www.youtube.com/watch?v=J9TzWByQSc8
    http://www.youtube.com/watch?v=LiEn2...eature=related
    http://www.youtube.com/watch?v=FkbJu...eature=related

  5. #5
    Senior L'avatar di profumosa22
    Registrato dal
    May 2008
    Messaggi
    868

    Predefinito

    Non è questa ad essere una forma distruttiva, la vera distruzione si è avuto negli scorsi anni quando si è permesso di abilitare 220.000 avvocati, più della popolazione di Bergamo, Pavia e Sondrio messe insieme! una follia che non ha pari al mondo, prima o poi qualcuno la doveva pagare, e quel qualcuno siamo noi. Così come pagheremo per coloro che durante la prima repubblica andavano in pensione a 45 anni e per tutta la pletora di nullafacenti di Stato.
    Ovviamente noi cerchiamo di scaricare tutti i problemi sulla generazione successiva alla nostra, così come hanno fatto i nostri padri, ma ormai siamo nel baratro e dubito riusciremo a farlo.

    Il prossimo step sarà ovviamente il numero chiuso in tutte le facoltà di giurisprudenza.
    La cosa veramente assurda è che questi mentecatti vogliono chiudere dopo l'università e non prima, evidentemente perchè sarebbe troppo impopolare.

  6. #6
    Super GOD L'avatar di darkboy19
    Registrato dal
    Jul 2007
    residenza
    saletta studenti uni,internet,match-point
    Messaggi
    22,861

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da profumosa22 Visualizza il messaggio
    La cosa veramente assurda è che questi mentecatti vogliono chiudere dopo l'università e non prima, evidentemente perchè sarebbe troppo impopolare.
    perchè non vogliono rinunciare alle tasse di aspiranti avvocati e per controllare meglio chi arriva a certi livelli tipo i magistrati.
    sorry,la morale non fa parte di questo mondo
    NON E' DARK NON E' BOY,SA SOLTANTO QUELLO CHE NON E'

    "Se dovessi scegliere fra il tuo amore e la mia vita, sceglierei il tuo amore perché è la mia vita."
    Jim Morrison


    Bari 15 marzo 2008,io c'ero
    http://www.youtube.com/watch?v=J9TzWByQSc8
    http://www.youtube.com/watch?v=LiEn2...eature=related
    http://www.youtube.com/watch?v=FkbJu...eature=related

  7. #7
    GOD L'avatar di Dany742
    Registrato dal
    May 2006
    Messaggi
    8,090

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da darkboy19 Visualizza il messaggio
    perchè non vogliono rinunciare alle tasse di aspiranti avvocati e per controllare meglio chi arriva a certi livelli tipo i magistrati.
    sorry,la morale non fa parte di questo mondo
    E che centra la morale ? Essendo Giurisprudenza una facoltà non monosbocco come Medicina o Architettura non si procede al numero chiuso per legge ma si lascia al singolo ateneo la libertà di istituire il numero chiuso oppure no, molte università lo hanno già introdotto.

    Diciamo che io avrei evitato l'obbligo di frequentare le scuole di speciallizzazione legale che sono nella maggior parte dei casi inutili, e mi sarei limitato a rendere molto più severo e selettivo l'esame di abilitazione.

  8. #8
    Super GOD L'avatar di darkboy19
    Registrato dal
    Jul 2007
    residenza
    saletta studenti uni,internet,match-point
    Messaggi
    22,861

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Dany742 Visualizza il messaggio
    E che centra la morale ? Essendo Giurisprudenza una facoltà non monosbocco come Medicina o Architettura non si procede al numero chiuso per legge ma si lascia al singolo ateneo la libertà di istituire il numero chiuso oppure no, molte università lo hanno già introdotto.

    Diciamo che io avrei evitato l'obbligo di frequentare le scuole di speciallizzazione legale che sono nella maggior parte dei casi inutili, e mi sarei limitato a rendere molto più severo e selettivo l'esame di abilitazione.
    beh prendere soldi a chi fa sacrifici per mandare i figli all'università,unica via per innalzare il loro status sociale ed economico,per poi non garantire nemmeno che dopo la laurea diventeranno dei professionisti direi che è davvero vergognoso.
    cioè si passa dalla possibilità di tirocinio in uno studio legale,dove se sei fortunato guadagni una piccola percentuale sulle piccole pratiche con cui fai esperienza,a pagare migliaia di euro all'anno per studiare in queste scuole di specializzazione e alla fine devi passare l'esame lì e poi fare quello finale in cui migliaia di disperati cercano di farsi abilitare e inserire nell'albo professionale,con la possibilità che con qualche bocciatura vedi il tuo sogno insieme a tanti soldi finire nel cesso mentre ora puoi ripetere l'esame quante volte vuoi e fino a che età vuoi...ah dimenticavo i codici commentati che ora li dovete lasciare a casa..
    direi che la morale proprio non esiste
    NON E' DARK NON E' BOY,SA SOLTANTO QUELLO CHE NON E'

    "Se dovessi scegliere fra il tuo amore e la mia vita, sceglierei il tuo amore perché è la mia vita."
    Jim Morrison


    Bari 15 marzo 2008,io c'ero
    http://www.youtube.com/watch?v=J9TzWByQSc8
    http://www.youtube.com/watch?v=LiEn2...eature=related
    http://www.youtube.com/watch?v=FkbJu...eature=related

Segnalibri

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •